La disinformazione.

10 11 2009

Sfollato nel camper dal terremoto:
muore per le esalazioni della stufa

La vittima è un uomo. La moglie ricoverata in ospedale. Dormivano di fronte a casa per paura di nuove scosse

ROMA – Sono anche loro vittime del terremoto in Abruzzo, anche se a scoppio ritardato: un uomo è morto e una donna è rimasta ferita a causa delle esalazioni della stufa del camper in cui dormivano a L’Aquila. L’incidente è avvenuto la notte scorsa. La coppia, marito e moglie, secondo quanto si apprende dalla Protezione civile aveva avuto la casa dichiarata agibile (categoria A) dopo il terremoto del 6 aprile e non era più assistita dal dipartimento.

IN CAMPER DI FRONTE ALLA CASA – I coniugi però, probabilmente per paura di nuove scosse, avevano deciso di prendere un camper dove trascorrere la notte e lo avevano parcheggiato nel giardino della loro casa. Nella notte l’incidente che è costato la vita all’uomo mentre la donna è ricoverata in ospedale.

EX CAMPIONE DI RUGBY – La vittima, riporta il quotidiano il Centro, si chiamava Alfonso Tursini, aveva 64 anni ed era un ex giocatore del Paganica rugby, uno degli artefici della promozione della squadra nel campionato 1977-78. La moglie, Vincenza Sorbo ha 63 anni. I coniugi, dopo aver gestito il ristorante Arnold a Barisciano, avevano aperto insieme ai loro figli la pizzeria Quattro specchi a Paganica. Il locale, danneggiato durante il terremoto, era stato riaperto due giorni fa.

(Tratto dal Corriere della Sera del 04 novembre 2009)

La foto dei giornali.

La foto sui giornali.

Questo è uno dei tanti articoli apparsi il 4/11/2009 su tutti i giornali e la stessa notizia è stata riportata poi sui vari TG più importanti della sera, tutti e sempre riportando il fatto (morto per intossicazione), la causa (stufa in camper), al limite spostando l’attenzione sul fatto che il deceduto aveva avuto la casa definita agibile, ma non si fidava.

Non pretendevo certo una disanima più puntigliosa sull’accaduto, anche se questo dovrebbe essere il primo compito per chi vuole informare seriamente; dico solo che o si contestualizza in pieno la notizia, o si fa solo dell’allarmismo inutile e non mi è difficile propendere per la seconda ipotesi, in questo modo si “vende” di più la notizia e si fa più clamore ed allarmismo inutile.

Per questo ho deciso di riportare qui questo triste evento, in primo luogo per esprimere un sincero cordoglio per la vittima inconsapevole e la famiglia, e poi perchè mi sembra giusto, per quel poco che mi è consentito, distinguere le responsabilità, verso i giusti responsabili.

Innanzi tutto quella è una roulotte e non un camper e chi l’ha venduta non ha sicuramente provveduto ad informare i nuovi proprietari sull’uso e sui pericoli che si potevano incorrere.

Dalla foto si può riscontrare che c’è solo un camino, probabilmente quello della cappa della cucina, posta di fronte al frigorifero (di cui la griglia sotto la finestrina, vicino alla porta) e che gli oblò superiori erano chiusi, così come lo dovevano essere anche le finestre, aperte per poter estrarre i corpi.

Come ultima responsabilità, per me, è da attribuire all’informazione dei media, sull’uso di questi strumenti ricreativi, purtroppo la stampa e le TV genere ne parlano sempre meno e spesso in modo molto impreciso, danneggiando e compromettendo così il pensiero sull’uso, nell’oppinione pubblica.

In ogni modo, spero che questo triste evento possa almeno servire come monito per non sottovalutare le minime norme di sicurezza, roulotte o camper, poco importa, con i gas non si può permettersi di scherzare, ne va della vita, propria e dei nostri cari.

Bye   Maurizio


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: