La doccetta esterna.

7 07 2010

5/07/2010

Questo pomeriggio ho deciso di cimentarmi in un’attività manuale, sono sempre un pò restio in questo genere di lavoro, non per altro, la teoria potrebbe anche esserci, ma è l’abilità manuale che mi frega un pò.

Il tubi originali.

La collocazione è dentro la cellula per la cassetta wc posteriore, intercettando così il tubo dell’acqua che porta allo scarico nel wc e facendo stazionare la nuova tubazione e la doccetta, nei piccoli vani adiacenti.

Il vano porta cassetta.

La necessità è sorta sia quando si è in sosta libera, per sciacquarsi prima di salire, che quando rientro al rimessaggio e la colonnina dell’acqua non funzione, cosa che ahimè sta capitando troppo spesso, sian in inverno perché si gela, che in estate perché qualcuno gli va addosso, e così non posso sciacquare la cassetta.

La "T" inserita.

L’idea è stata copiata da altri camperisti (es.: Giorgio della Nemo Family) che l’hanno sviluppata perfettamente, però non volevo intervenire pesantemente sulla struttura esistente del camper, in modo che se tolgo tutto, la situazione ritorna ad essere come prima.

Il rubineto.

Ho acquistato:

  • una “T“,
  • 1 rubinetto volante,
  • 1 mt di canna telata,
  • la doccetta con il relativo tubo da 1 mt (purtroppo non c’era più lungo),
  • delle fascette metalliche,
  • nastro theflon per idraulica.

Il lavoro finito.

Per prima cosa ho staccato la fascetta preesistente che blocca il tubo che alimenta lo scarico nella tazza del wc.

Qui ho inserito un piccolo pezzo di tubo telato, in modo di avere la possibilità di inserire la mia “T” e riattaccargli il tubo precede del wc, tutte le giunzioni sono tenute ben ferme da opportune fascette metalliche, ben strette.

Il lavoro di Giorgio 1.

Alla “T” ho inserito il rimanente del tubo telato, poi il rubinetto, e per ultimo la doccetta, con la sua valvolina di controllo; il tubo telato è un pò più lungo del necessario, ma così dovrebbe sopperire al tubo più corto del dovuto della doccetta.

Il lavoro di Giorgio 2.

Se dovessi trovarmi male, basta solo svitare ciò che c’è da sistemare, senza nessun problema.

Alla fine ho controllato la funzionalità e la tenuta delle fascette e sembra funzionare tutto come si deve, l’unica è di cercare di fermare la doccetta in modo che non sbatta durante il viaggio, ma cercando sempre di non forare le pareti.

Il lavoro di Giorgio 3.

Costo totale del materiale: € 12 la doccetta, € 10 circa tutto il resto, compreso il nastro di theflon per sigillare le giunzioni a vite.

Bye  Maurizio


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: