Il concerto.

12 07 2010

10/07/2010 – Il concerto – (Radu Mihaileanu)

E’ tanto tempo che non riesco ad andare al cinema, ma sono contento che ho potuto vedere questo film, apparentemente comico.

Si parla di una fantomatica orchestra di persone scapestrate che si spaccia per professionisti e s’inventa, tramite un direttore d’orchestra “improvvisato”, una presentazione in un teatro prestigioso di Parigi.

Però questa è solo una trama molto blanda e non proprio veritiera.

Il regista ha sapientemente raccontato una storia, forse apparentemente inverosimile, ma nelle pieghe del racconto possiamo trovare la veridicità del regime sovietico, al tempo di Brežnev, del terribile KGB e dei soprusi che il popolo ha dovuto subire, come l’esilio dei cittadini ebrei.

Dietro ad ogni comicità apparente, c’è una cruda verità nascosta e sta proprio allo spettatore scoprire di cosa si tratta; come ciò che sta dietro all’autista dell’ambulanza scassata, con la sirena tremolante, o dietro allo stesso Andreï Filipov, l’uomo delle pulizie del Bolshoi, alle prese con un assurdo direttore di teatro.

A me ha dato un pò fastidio la traduzione del dialogo, nel classico ed incerto parlare italiano con cadenza russa; però a ben pensarci, fa proprio parte del disegno iniziale del regista: presentare una facile comicità che nasconde il mondo grottesco della realtà russa, proprio oggi che si sta riscattando dal triste passato.

Ho trovato il protagonista, il direttore cacciato, una valida interpretazione, con molta carica espressiva e sentimentale che traspariva oltre lo schermo; così come la violinista solista, una bravissima e bellissima ragazza, una parte finale, ma non certo marginale e di poca importanza (il cast ed il thrailer).

Anche gli altri personaggi sono molto caratteristici e delle volte anche troppo dentro il “luogo comune”, ma nell’insieme ho trovato tutta bravi nelle interpretazioni.

Un film che mi ha fatto riflettere anche nei giorni successivi, non soltanto un’apoteosi della passione, musicale in questo caso, ma con l’idea che se si segue con convinzione la propria passione, di sicuro qualcosa di buono accadrà (voto 7).

Le locandine, i cast, i trailer sono stati tratti dal sito tematico www.mymovies.it,
mentre le recensioni sono solo personali punti di vista.

Bye Maurizio


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: