Precious.

7 02 2011

06/02/2011 – Precious – (Lee Daniels)
E’ un film molto particolare, a partire dall’inaudita storia (vera) dove l’odio e le violenze partono da casa, proprio da chi dovrebbe difendere la protagonista Precious, più volte violentata dal padre.

Ma in ogni storia violenta e turpe c’è sempre del buono ed anche in questo caso c’è e scaturisce proprio dalla protagonista che, seppur apparentemente sembra accettare supinamente la situazione, dentro di se sa ribellarsi al sistema che la circonda.

Una storia che si svolge nel Bronx, già di per se un ambiente più che difficile per un’adolescente, ma Precious affronta tutto con una grande forza interna, tanto reale da farle vincere ben due oscar.

Le storie brutte e difficili non sono semplici da raccontare, ma in questo film il regista ha saputo affrontare l’argomento con serietà e competenza, fino ad infilare un finale che fa sfogare la protagonista assieme allo spettatore.

Quello che mi è piaciuto di Precious è che, seppur nella sua triste e succube condizione familiare e scolastica, non si sia mai lamentata dei suoi 150 kg di peso, ma anzi, proprio con quella stazza, si sognava essere la principessa sulle ribalte, vedendosi sempre bella, usando proprio quell’immagine nei momenti più difficili da subire.

Il cast è per me sconosciuto, ma tutti sono stati molto bene nella loro parte assegnata, soprattutto la protagonista che mai ha dato a vedere di recitare, tanto da sembrare lei la vera protagonista (il cast ed il trailer).

Seppur a volte il film sembra prendere la forma di un documentario reale, lo consiglio, soprattutto per chi a volte può perdere il polso con la realtà e la forza di volontà: questa ragazza di 17 anni, con già 2 figli di cui uno down, ne ha da regalare a piene mani ad ogni spettatore (voto 7).

Le locandine, i cast, i trailer sono stati tratti dal sito tematico www.mymovies.it,

mentre le recensioni sono solo personali punti di vista.

Bye Maurizio


Azioni

Information

2 responses

7 02 2011
diomede917

Ha dominato il Sundance 2009 ma in Italia non è uscito, ha vinto 2 Oscar (sceneggiatura non originale e attrice non protagonista) nel 2010 ma in Italia neanche l’ombra.
Poi al ridosso del 2011 grazie ad un’illuminaz…ione di Domenico Procacci che ne distribuisce anche il libro Precious vede la luce anzi il buio delle sale italiane.
Visto il tipo di distribuzione mi ritengo fortunato di averlo visto per il motivo fondamentale che è un piccolo gioiellino che colpisce gli occhi e il cuore.
Il merito di tutto è del regista Lee Daniels che ha preso una classica storia da ghetto di Harlem l’ha interiorizzata e infine rappresentata con un tocco che ricorda Frank Capra come se nonostante i suprusi e le violenze un barlume di speranza c’è sempre.
La nostra protagonista, interpretata magistralmente da Gabourey Sibide, viene ripetutamente violentata dal padre che la mette incinta due volte; picchiata e umiliata dalla madre (altra interpretazione da brividi che ha regalato l’Oscar a Mo’Nique) per via del suo fisico corpulento; espulsa da scuola eppure lei in questo universo di violenza si isola nel suo mondo virtuale con il suo fidanzato virtuale bianco e con bei capelli, dove è un’icona da MTV perchè comunque crede che può esistere una vita migliore.
E questa vita le viene fornita da un’insegnante tenace che crede nelle sue qualità e che la spinge a studiare per uscire da quel ghetto.
Il film è ricco di scene madri di grande intensità emotiva e violenta come la lite con la madre dopo il parto, la dichiarazione delle violenze subite davanti alla sua classe fino alla citazione de “La ciociara” eppure, nonostante tutto, l’immagine che non mi scorderò mai di questo film è lo sguardo fiero e positivo di Precious per strada con i suoi due figli che fa capire che comunque “La vita è meravigliosa” e se ce la può fare lei ce la possono fare tutte le Precious del mondo.
Voto 8Mostra tutto

8 02 2011
maurito54

Grazie Pietro,
come sempre ci sono risvolti a me completamente sconosciuti.

Bye Maurizio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: