… in viaggio

Viaggiare vuol dire anche affrontare, oltre la strada, anche gli inevitabili pensieri che ci portiamo appresso, che ci avvolgono o semplicemente che ci vengono suggerito da ciò che incontriamo e vediamo.

Per questo ho voluto raccoglierli e tenermeli a disposizione, mia e di chi voglia dargli una sbirciata, mi spiaceva che potessero svanire nel nulla, così come sono arrivati, e poi, in fondo, bene o male, chi più o chi meno, tutti abitiamo questo pianeta.

Ho deciso che ci saranno anche delle canzoni che riterrò speciali, giusto per tenermele vicino, musica, testo ed il loro significato, mi piace molto cercare un’affinità tra il contenuto di una canzona e la mia vita.

Basta cliccare sulla categoria Pensieri in viaggio a lato, per leggere tutto ciò che c’è a disposizione, il numerino tra parentesi indica quanti diari sono presenti.

Elenco degli argomenti trattati:

  1. I figli a bordo.
  2. Il tempo libero.
  3. Gli “arresti domiciliari”.
  4. Il giudizio.
  5. “Che rumore fa la felicità”.
  6. “The man who can’t be moved”.
  7. “I’m walking away”.
  8. “Per me è importante”.
  9. “La cura”.
  10. “Guido piano”.
  11. La neve.
  12. “Amore che vieni, amore che vai”.
  13. “Il treno”.
  14. Il pensiero dello schiavo.
  15. “Chan Chan”.
  16. Il fantasma.
  17. Il Grande Gioco della Vita.
  18. La pensione di lavoro.
  19. “Tutto è niente”.
  20. Il sale e lo zucchero.
  21. Gli amici che servono.
  22. “Someone like you”.
  23. “Immagina per comprendere”.
  24. “Il coraggio non è neve”.
  25. “Ti dedico tutto”.
  26. “Pensandoti …”.
  27. “Nient’altro ha importanza”.
  28. “Allacciate le cinture”.
  29. “Lei”.
  30. “Divergent”.


Bye  Maurizio

4 responses

24 05 2009
isidoro

ma ciaooooo
oggi ho scoperto questa nuova sezione alla quale forse, avevo dato scarso credito in precedenza. Anzi, dirò di più non l’ avevo proprio notata molto.
Ora leggendo mi fai un pò ragionare: ma com’ è che io non arrivo ad avere tutti quegli interessi, per esempio musicali, che tu hai? Ma com’ è che faccio raramente tutta la sequenza di ragionamenti che fai tu ad esempio sui figli a bordo, sul tempo libero, sul giudizio, od il rumore della felicità ? E cerco di darmi delle risposte…. e penso soprattutto al tempo che tu passi nei mezzi pubblici da solo ( due ore al mattino e due alla sera sono tantissime !!!!) e li, divaghi sicuramente con la tua voglia di conoscere. In quei frangenti riuscirai senz’ altro a cogliere spunti e proporre ragionamenti che svilupperai di sera con Marta. E così continui con l’ allenamento quotidiano della freschezza mentale. Parlo per me: tutto questo tempo, ossia la costrizione di rimanere tantissimo da solo, non l’ ho mai avuto ed ora un pò mi dispiace. Sono stato sempre preso dalla materialità del lavoro e mi accorgo ora che giusti equilibri tra lavoro e tempo libero gestiti in precedenza in maniera più opportuna, forse avrebbero dato un taglio diverso al mio modo di essere. Anche tutt’ ora continuo con il mio tran tran dell’ orto, del cane, dei lavori agricoli, del bosco, ecc. E devo dire che mi danno anche più di una soddisfazione, finchè non ho letto….In viaggio.
…Ma forse sono solo interessi diversi. Ho sbagliato qualche cosa?
ciao Isidoro

24 05 2009
maurito54

Non hai sbagliato nulla Isidoro,
anzi, probabilmente hai centrato il problema, a me piace molto ragionare e meditare, trovare una mia spiegazione e confrontarla con la realtà.

Tutto questo poi, se si ha molto tempo per meditare, come può essere un lungo viaggio suo mezzi pubblici, si amplifica, ecco perché ho trovato il modo di scrivere, mi aiuta a fermare un’idea e poi la verificherò con la mia realtà che vivrò.

La musica è sempre stata la mia colonna sonora della mia vita, ogni canzone che mi è piaciuta e che mi piacerà, porterà con se qualcosa di “magico” per la mia anima, che sia musica, parole o l’insieme delle due cose, o magari il momento in cui noto una musica particolare.

Per discutere poi con Marta di questi pensieri … ecco, forse in questo non è proprio così, con lei non mi viene molto bene e spontaneo, ma sai che è molto probabile che non abbia mai letto nulla di quanto qui ho scritto?

Forse avrà letto solo una piccola parte, ma … siamo fatti così.

Non temere Isidoro, ognuno di noi ha il suo modo di trarre le sue conclusioni o semplicemente di riflettere sulla propria vita, io ho solo voluto esternare questo pensiero, prima per me e per il mio futuro e poi … per chi vorrà leggere.

Per questo sono io a ringraziarti di avermi letto e commentato, non c’è nulla di meglio di uno scambio di idee, soprattutto con una persona cara.

Buona serata, genti dell’Est!😀

Bye Maurizio

25 07 2011
Barbara Starace

Vero la musica lascia sempre un segno…:-(…il resto ..figli,lavoro e casa…trovato!!posso chiedere di andare in pensione ??!!!..:-D
Ciao Maoooooo!

25 07 2011
maurito54

Ma certo Barbara, domandare è lecito rispondere è cortesia … sì è la risposta!🙂

Bye Maurizio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: